lunedì 2 gennaio 2012

Da Singapore a Puket

Giornata odierna dedicata alla visita della città. Per fortuna la rete metropolitana di facile intuizione ci ha aiutato non poco negli spostamenti tra un posto all'altro :-) Dopo la serata a Marina Bay con migliaia e migliaia di persone allo spettacolo dei fuochi ci si aspettava di trovare una Singapore semi deserta invece di buon mattino ci siamo portati al vicino quartiere di "Little India" che già pullulava di locali intenti a fare la spesa alle bancherelle. Ci siamo inebriati con le fragranze degli incensi nonche' con i profumi delle spezie presenti in quasi tutte le bancherelle. Abbiamo saputo che la giornata di oggi, 1 giorno dell'anno, e' tradizione che gli indù si rechino ai loro templi dove, dopo essersi tolti le scarpe e proceduto al lavaggio dei piedi, ricevono quei caratteristi segni sulla fronte, una sorta di benedizione insomma. Parecchi di loro avevano segni con colori diversi, credo sia dovuto alla appartenenza a tribù diverse. Successivamente ci siamo spostati nuovamente a Marina Bay dove abbiamo rivisto con molta meno gente la zona :-) grattacieli di tutte le forme di una straordinaria bellezza il tutto circondato da una pulizia incredibile, non una carta una bottiglia nulla di nulla. Dopo una visitina al centro commerciale ivi presente immenso e con numerosi piani, ci siamo portati presso la ruota di Marina Bay (credo sia una delle più grandi del mondo) cabine con aria condizionata e vista mozzafiato ;-) pensate che una coppia di sposi ne avevano affittato una per fare il rinfresco con i familiari :-) . Dopo il giretto, che e' durato circa 20 minuti ci siamo spostati, sempre con la metro, presso il quartiere denominato "China Town" beh.. qui la pulizia lasciava un po' a desiderare anche perché vi era un brulicare immenso di persone che si muovevano a destra e a manca, chi gridava chi chiamava insomma un mezzo bordello :-) Poi, avendo i piedi che friggevano letteralmente siamo rientrati in hotel dove dopo una bella doccia abbiamo cenato al vicino ristorante indiano. Che dire Singapore, che secondo me sta diventando la Dubai dell'Asia, merita sicuramente una visita, magari con qualche giorno in più per poterla visitare a fondo. Mentre scrivo sono in volo per Puket .. Ci aggiorneremo più avanti :-) Purtroppo, e non so per quale motivo, non riesco più a caricare le immagini intanto accontentatevi del racconto :-) proverò su Facebook

2 commenti:

  1. Ed intanto leggiamo il racconto ;-)

    RispondiElimina
  2. Al limite carica le foto su Picasa da un internet point pubblico e poi le linki sul blog con l'iPad

    RispondiElimina